Visibile invisibile

Secondo Minor White la creatività era una questione di disponibilità, di ricettività: come se l’autore fosse la pellicola su cui imprimere l’immagine. Secondo White il fotografo deve rendere visibile l’invisibile. Ma come farlo?

Ognuno deve trovare la propria risposta: come si dispiega l’immagine davanti a noi se il suo aspetto verosimile resta solo esterno? Come si gestisce la somiglianza alla realtà per articolare la sostanza? Come si può tenere in equilibrio la forma e la sostanza?

Informazioni su Andrea Torinesi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: